Gianluca Sgherri

è nato a Fucecchio, vive e lavora a Santa Croce sull'Arno.
La relazione fra oggetti è argomento che, da sempre, interessa la produzione dell’autore. Tazzine volanti, lettere, pianeti ed insetti, popolano l’universo parallelo di Sgherri. Questi elementi sono inseriti in blocchi di superfici che permettono allo spettatore di avvertire nuove coordinate spazio-temporali. Elementi fluttuanti creati per trasportarci in uno spazio onirico, un nuovo sistema solare dove tutto è in perfetto equilibrio e, spesso, in assenza di gravità.